sabato 16 dicembre 2006

George W. Bush......."l' Erode" del 2000


E' tempo di Natale e George Bush, che è un uomo religioso, deve avere pensato di interpretare una figura di spicco del presepe, quella di Erode.
Ovviamente non poteva esimersi nella interpretazione della "sua" "Strage degli innocenti".
La sua amministrazione ha dato l'approvazione ad una norma apparentemente normale, che sta entrando in vigore in questi giorni e che impone alle persone che chiedono di beneficiare dell'assistenza sanitaria fornita da Medicaid di dimostrare di essere cittadini americani. Ora, come si sa, l'assistenza sanitaria negli Stati Uniti non è universale: chi vuole curarsi deve pagarsi un'assicurazione privata o essere così fortunato da avere un datore di lavoro che la paghi per lui. Nei casi però di genitori, bambini e anziani particolarmente poveri (sotto la soglia di povertà) subentra il governo federale, che paga un'assicurazione per loro, che tuttavia non copre tutte le prestazioni ma solo quelle più urgenti. Il programma Medicaid, che fu istituito nel 1965 ai tempi della presidenza Johnson nell'ambito della sua "guerra alla povertà", mentre oggi si ritiene più importante la "guerra al terrorismo". Il risultato è che oggi almeno il 20 per cento degli americani non godono di nessuna forma di assistenza. Negli ultimi anni alcuni scrupolosi funzionari federali si sono accorti che a beneficiare di Medicaid erano non soltanto i cittadini americani, ma anche i semplici residenti legali e - orrore! - perfino gli immigrati clandestini. Il bilancio dello Stato, che comunque aveva accumulato centinaia di miliardi di deficit a causa delle spese di guerra, rischiava di crollare e così si è corsi ai ripari: con il nuovo provvedimento approvato dall'amministrazione Bush tutti coloro che fanno ricorso a Medicaid debbono essere cittadini americani e debbono dimostrarlo, altrimenti gli ospedali hanno l'obbligo di rifiutare le prestazioni!!!!!!!!.
La nuova legge si scontra con un'altra norma del 1984, che comunque assicurava a qualunque donna, americana o meno, immigrata legale o meno, l'assistenza medica e ospedaliera in caso di gravidanza e per un anno dal parto. E i bambini?
La norma ora approvata fa obbligo ai figli di immigrati, se vogliono ricevere le cure necessarie nel primo anno di vita, di dimostrare concretamente di essere in possesso della cittadinanza esibendo la necessaria documentazione. I bambini o, in caso di impossibilità (i burocrati prevedono sempre tutto), i loro genitori.
Ma a questo punto sorgono due problemi. Il primo è che, non esistendo anagrafi generalizzate dei cittadini e dei residenti, non è né facile né rapido ottenere un certificato di cittadinanza. Spesso bisogna recarsi in un'altra città e passano le settimane, durante le quali se il bambino sta male non può essere curato. La seconda è che, se i genitori sono immigrati illegali, ovviamente non desiderano presentarsi in un ufficio pubblico per chiedere i documenti del loro figlio che a differenza di loro è cittadino americano, perché una volta riconosciuti verrebbero sicuramente espulsi (così prevedono le nuove norme della guerra al terrorismo). Il risultato è quello che si è detto. I neonati degli immigrati regolari incontrano difficoltà e ritardi e quelli degli immigrati irregolari semplicemente non vengono portati nei centri pediatrici, con le conseguenze per la loro salute e quella pubblica che è facile immaginare.
Sembra che negli Stati Uniti nascano annualmente quattro milioni di bambini. Quanti siano quelli dei clandestini nessuno lo sa, ma in base al tasso di natalità e al numero di immigrati illegali (circa 11 milioni) dovrebbero essere nell'ordine delle decine di migliaia. Una "strage degli innocenti" molto superiore a quella ordinata 2000 anni fa da Erode. Ma i tempi sono cambiati, bisogna difendersi dalla minaccia del terrorismo e, si sa, gli americani fanno le cose in grande.
Un grazie da tutti i bambini.......yankee maledetto!!!!!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Non penso possa mai succedere in italia.

La tradizione è difficile da cambiare.

Lou Mogghe ha detto...

Ciao,
veramente sconvolgente questo provvedimento USA!
Credo comunque che Bush verrà ricordato dai libri di storia, come il peggior presidente che gli States abbiano mai avuto.
In ogni caso...grazie di avercene parlato.
Ti mando un saluto

Robert Allen ha detto...

Grazie di aver lasciato il tuo parere.

Certamente il george (della foresta), lascierà parecchi problemi.

Robert

Fallagirare.Staff ha detto...

Sublime!

Embryo ha detto...

Grazie per avercene parlato. La situazione medica USA è sempre stata oggetto delicato da trattare. La cosa triste è che spesso gli USA sono uno specchio del nostro fututro.. e questo fa male. Lottiamo per non diventare così.
Ciao e continua.

my pipe ha detto...

Grazie. Questo sia damonito per tutti noi per cercare di migliorare e conservare il nostro sistema sanitario, pretendendo come liberi cittadini che il servizio sanitaro nazionale funzioni sempre meglio e senza sprechi.Iniziamo ad attuare qualsiasi mezzo che si ritenga più opportuno per migliorarlo, ricordando che molte disfunzioni, anzi la maggior parte dipende da dirigenti inetti e arraffoni che di dirigenti hanno solo il nome. se per caso subite un'ingiustizia, un sopruso, o siete vittime di mala sanità, ricordatevi che se un qualsiasi operatore sanitario ha sbagliato e chiedete giustizia, iniziate non solo a denunciare chi ha sbagliato, ma anche tutta la catena di dirigenti e impiegatucci, che sono parte in causa e indiretti responsabili dell'errore. Se un dottore sbaglia un' operazione dopo 24 ore che sta in sala operatoria (non sono dati inventati, se chiedete a qualche vostra conoscenza, sicuramente ve lo potrà confermare),perchè è costretto a coprire tutto il giorno perchè l'azienda ospedaliera ha finito i soldi per assumerne un'altro,è umanamente comprensibile. Non è comprensibile invece che i dirigenti della stessa azienda si spartiscono fette pro capite di 15,30 mila euro, a fine anno per raggiungimento degli obiettivi. Quali obiettivi? quelle di svuotare le tasche del sistema sanitario nazionale? Ripeto, senza andare troppo lontano potrete chiedere informazioni a qualche vostra conoscenza.