sabato 23 dicembre 2006

Il “doppio-uso” dell’Occidente, l’ipocrisia degli USA, l’assenza dell’Onu



Ieri è stata pubblicata un'inchiesta di Gianluca Di Feo e Stefania Maurizi sulle forniture di materiali "dual-use" all'Iran, da parte di aziende occidentali.

Dual-use; vale a dire materiali utilizzabili per scopi civili, ma anche per costruire armi nucleari!.

Una fabbrichetta emiliana
che commercia in metalli; un'affermata ditta nella periferia di Parigi. Ma anche la succursale magiara di un colosso Usa e la filiale olandese di una multinazionale. Tutti dedicati a raccogliere affari in patria e all'estero, "tutti a loro insaputa" coinvolti nella rete per il programma bellico del presidente Ahmadinejad. Sì, gli ingranaggi per la "macchina di morte" iraniana vengono dall'Occidente: da Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Canada, ma anche dall'Italia e persino dagli Stati Uniti. ECCO IL “TRUCCO” vecchio come il mondo. Piccoli contratti, importi limitati e alto valore strategico: tante gocce che passano attraverso le frontiere e alimentano i sogni nucleari e missilistici di Teheran. Le aziende implicate non si occupano di forniture militari: producono manufatti che hanno quasi esclusivamente usi civili ma che in alcuni casi possono diventare determinanti per sperimentare e assemblare armi di distruzione di massa. ESEMPIO: In cattive mani le barre di alluminio speciale che servono per la scocca delle Ferrari si trasformano in componenti delle centrifughe che 'arricchiscono' l'uranio. Oppure i cuscinetti a sfera venduti per fare la tac negli ospedali diventano congegni per migliorare il tiro di un missile intercontinentale. La formula magica degli alchimisti dell'apocalisse è tutta in due parole e un trattino: "Dual-use". Doppio uso, appunto: pezzi innocui fino al momento in cui diventano parte di un sistema bellico.
"Si può esportare materiale dual-use in un Paese accusato di volere costruire la bomba atomica senza correre rischi?", che domande; In Italia sì. In Italia è possibile vendere all'Iran leghe speciali che richiederebbero un'autorizzazione ministeriale e non subire nessuna sanzione. Si possono cedere metalli ad alta resistenza, utili anche per missili intercontinentali e centrifughe nucleari, e non pagare nemmeno una multa. Perché queste sono le conclusioni della magistratura di Modena alla fine dell'inchiesta sulla Commerciale Fond, l'azienda emiliana che per quattro volte dal 2002 ha venduto alluminio “a doppio uso” alla Step della famiglia Jafari: materiale che potrebbe essere finito tutto a Teheran,
Il dual-use è la grande falla. Fa sfuggire dai confini di Europa e Stati Uniti elementi preziosi per la corsa agli arsenali di sterminio. È questa la tecnologia che ha permesso a Saddam Hussein di fabbricare gli ordigni chimici per massacrare i curdi; quella che ha consegnato a Gheddafi la capacità di distillare gas tossici; quella che ha permesso al misterioso fisico pachistano Khan di lavorare indisturbato per anni all'atomica. Ora un'inchiesta condotta dalle autorità turche mostra come anche l'Iran si stia abbeverando alla stessa sorgente di materiali dalla doppia vita. Ma gli USA chiudono occhio ed altro, e fanno affari nucleari con New Delhi. Il Senato americano ha approvato a larga maggioranza, 330 voti contro 59, una normativa che apre la via ad autorizzare la fornitura di tecnologia nucleare all'India, ribaltando una decennale politica che finora aveva impedito a Washington di fornire sostegno a nazioni non aderenti al patto internazionale di non proliferazione nucleare (Npt). RIPETO LA DOMANDA!!!, MA L’ONU CHE COSA CI STA’ A FARE?.
Con calma leggete l'inchiesta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Come sempre si scopre l' acqua calda.

chissà perchè

Anonimo ha detto...

Vero, non vendiamogli nemmeno i coltelli da macellaio, sai, così grossi ed affilati..., e non vendiamogli nemmeno il carbone, sai è una delle componenti base della polvere da sparo, non vendiamogli nemmeno i detersivi, sai, opportunamente miscelati diventano esplosivi... e non vendiamo nemmeno sapone, contengono glicerina, magari, trovano il modo di farci la nitro, non vendiamogli nemmeno lacci emostatici, sai, sono ottimi per le fionde, e dei concimi chimici destinati all'agricoltura che vogliamo dire? sono fantastici per fare bombe. Ma l'ipocrisia dell'occidente e degli occidentali con i paraocchi che si vogliono ergere a difensori della libertà (bella libertà che abbiamo portato in iraq) quando si fermerà. La nostra stupidità che vuole vedere dietro ad ogni piccola cosa le più orribili nefandezze, quando terminerà? l'iran se farà la bomba atomica sarà perchè qualcuno (occidentale naturalmente) gliela venderà con il beneplacido insabbiato di chi urla in questo momento, come è sempre successo, in nome di progetti più grandi e visioni a lungo termine, che poi hanno sempre portato alle guerre e dittature più virulente.
se mi date un coltello posso decidere se usarlo per tagliarci la carne e quindi nutrirmi oppure uccidersi qualcuno.Qui si vorrebbe negarmi di mangiare.
Certo un cuscinetto puòessere usato in mille modi,per far girare le ruote di un pattino,oppure per far girare il sistema di puntamento di un missile a testata nucleare. Però partendo da questi preconcetti fanno girare solo le p..e a chi vorrebbe solo migliorare un po' la propria vita. Noi occidentali parliamo di diplomazia e ragionevolezza, puntando per primi il fucile verso i nostri interlucutori.
Buon natale, cerchiamo di riscoprire le nostre identità culturali.