giovedì 21 dicembre 2006

L’Italia è una Repubblica Democratica fondata………sulla Chiesa Cattolica.


A chi avesse ancora dubbi sul fatto che l’Italia è una nazione governata dalla Chiesa Cattolica, non resta che leggere le quantomai “originali” scelte del governo avvenute nell’ultimo periodo.
Lontani sono i tempi in cui il governo prodi denunciava una delle vergogne della CDL il decreto che esentava tutte le strutture religiose dall’obbligo del pagamento dell’ici. ”IL PACCO”, leggi finanziaria 2007 fino a debita smentita, appena approdata alla Camera, contiene un "emendamento nascosto", due commi, il 603 e 604, che sfuggiti ai più, destinano cento milioni di euro alle università private. Tali fondi, sono destinati a “tutti i collegi universitari che abbiano la finalità di ospitare studenti” e che "siano iscritti ai registri delle prefetture", criteri poco selettivi per ricevere complessivamente 32 milioni l'anno nei prossimi tre anni. E' scontato che la maggioranza dei collegi ai quali andranno i fondi sono di natura religiosa. Sfogliando un “petalo” ed un altro, ecco che la Margherita, CHI, SE NON LORO, con Luigi Lusi, segretario amministrativo del partito e vicinissimo a Rutelli, e Luigi Bobba noto come esponente della linea "teodem" all'interno del suo partito, firma “i due commi da cento milioni”. Luigi (S)Bobba “scaricabarile” ha dichiarato “l'ho solo firmato, chi l'ha pensato e poi costruito è stato lui”, gettandosi il barile in testa!!!!. Ma come? "Non ci sono soldi per la Ricerca e poi si finanzia l'università privata!?!”. Questo “PACCO” è un colabrodo, o meglio “un buco nero” solo che il buco è il nostro.
INVIAMO UNA MAIL CON IL NOSTRO PENSIERO: (Leggi e copia format) To: bobba_l@posta.senato.it; lusi_l@posta.senato.it.

L’ulteriore dimostrazione del fatto che ogni scelta sia condizionata dalla Chiesa Cattolica è ben più grave; Piergiorgio Welby è morto!. In modo “ILLEGALE”…. Neppure il suo lungo sacrificio ha fatto smuovere le anime di quegli ipocriti cattoestremisti, IL GOVERNO NON HA FATTO NULLA!. Ora una persona ha smesso di soffrire, ed un’altra si presta a vivere un calvario giudiziario. Mario Riccio è il medico che ha adempiuto alle volontà di Piergiorgio Welby. Il medico, anestesista rianimatore a Cremona, ieri notte attorno alle 23.30 ha sedato e poi staccato il respiratore dell'uomo. (intervista) Ovviamente è stato sentito dalla Digos con Marco Cappato, segretario dell'associazione "Luca Coscioni", ora rischia 15 anni di carcere. Illuminante il commento di Volonté (Udc): “arrestateli, è omicidio”.
Caro Volontè, Mario Riccio ha fatto quello che la politica non sa fare: ha preso una decisione. Ha staccato la spina di Welby.....
È strano come lo stato italiano sia preoccupi più della nostra morte, che della nostra vita.

3 commenti:

Antonio Caputo ha detto...

A parte essere più o meno d'accordo con la decisione del Sig. Welby, quello che mi ha fatto davvero incazzare è lìottusità della Chiesa che non ha saputo stare vicino a Welby neppure dopo la morte NEGANDOGLI la possibilità di una celebrazione in chiesa. VERGOGNOSO!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Penso che ogni individuo debba essere libero di fare ciò che meglio crede con la propria vita, in quanto propria: non della credenza religiosa e neanche dello Stato.

R. Spandre

Anonimo ha detto...

Ovviamente questa chiesa (con la c volutamente minuscola) non ha molto a che fare con Gesù Cristo.
Pensa più a difendere la propria autorità che al bene del prossimo. Perché anche Welby è prossimo.
Ipocriti, già condannati dal Vangelo come 'sepolcri imbiancati', fastosi, candidi, splendidi, ma con i vermi dentro...