giovedì 28 dicembre 2006

“Masters of the War”…..de la Madunina


Leggiamo un comunicato di Giorgio Beretta coordinatore della Campagna di pressione alle 'banche armate'. Avvisa tutti, a tratti in maniera sarcastica, che Banca Popolare di Milano (BPM) anche nel 2006 si conferma "banca armata", vale a dire che compie operazioni collegate all’export di armi. TUTTO LEGALE!!!. Con un valore di oltre 20 milioni di euro, pari al 2% del totale degli "importi autorizzati" dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. A nostro parere quattro sono gli aspetti da valutare. Primo: La BPM ha infatti sempre dichiarato di non partecipare ad operazioni di "finanziamento" che riguardino esportazione, importazione e transito di sistemi d’armamento. Ma che bravi, come non sapessimo che nel commercio di armi non c'è niente da "finanziare", ma c'è solo da "incassare" pagamenti per conto delle ditte che sono clienti di una banca. CHIARO A TUTTI? SOLO INCASSI!!!!. Secondo: Eccole le tre aziende vanto di cotanta Nazione; La Agusta per la quale la BPM ha riscosso i pagamenti per un'operazione del valore di quasi 40 milioni di euro con la Francia e di oltre 29,8 milioni di euro con l’ Irlanda, ed altre con Stati Uniti, Grecia, Turchia, Albania e Marocco. La Selex per conto della quale la BPM ha svolto varie operazioni tra queste alcune con la Cina, verso la quale lo ricordiamo è tuttora in vigore l'embargo di armi da parte dell'Unione europea, del valore complessivo di oltre 5,2 milioni di euro. Per conto, dell'Alenia Marconi Systems BPM ha ricevuto autorizzazioni di riscossione di pagamenti dalla Namsa (l'Agenzia di supporto logistico della Nato), dal Brasile per una fornitura di quasi 4,8 milioni di euro, dal Messico per una fornitura complessiva di oltre 8 milioni di dollari. Da segnalare inoltre le riscossioni dagli Stati Uniti e dall'India per conto della Ase spa e l'operazione triennale di una fornitura al Pakistan del valore di 10 milioni di euro autorizzata dal Ministero della Difesa nel 2002 di cui non si conosce la ditta fornitrice. Crediamo sia venuto dunque il momento per BPM di far chiarezza su queste operazioni. Come riporta un lungo resoconto di un incontro avvenuto lo scorso aprile tra rappresentanti di BPM, Banca Etica e Ong tra cui Emergency (si veda documento in pdf sul sito di Banca Etica).
Terzo: Come dicevamo, già da tempo
Banca Etica e Etimos, di cui BPM è socia, hanno chiesto spiegazioni alla banca milanese. Ma le associazioni e Ong che intrattengono relazioni con la BPM sono numerose: si va dalla già citate ActionAid Italia a Emergency (che fino a qualche tempo fa riportava sul proprio sito un conto domiciliato presso BPM che non sappiamo se ancora attivo, ma che continua ad avere relazioni con BPM per via della Fondazione Emergency). Alle Acli milanesi che offrono pacchetti di BPM riservati ai dipendenti/collaboratori, alla Caritas ambrosiana che ha un conto corrente attivo su BPM così come i Missionari cappuccini. L’elenco di ong, onlus e associazioni che hanno un conto corrente con BPM è lungo: per citarne solo alcune che abbiamo reperito online ricordiamo il Cesvi, l’associazione Amref onlus, la Fondazione Banco Alimentare onlus, l’associazione progetto Gaia, Telefono azzurro fino al popolare comico genovese Beppe Grillo.
Quarto: se Banca Popolare di Milano (BPM) compie operazioni pari al 2% del totale degli "importi autorizzati" dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, quali altri enti coprono il restante 98%.
Ora che fondazioni o associazione con scopi solidali o di informazione condividano rapporti con banche che fanno commercio legale e autorizzato di armi, non è certo un reato!. Ma che c..o!!!. Rimane a BPM chiarire, come può conciliare l’iniziativa di “
promuovere una collaborazione concreta con le associazioni senza fine di lucro impegnate nella tutela dei diritti umani e al servizio di una migliore qualità della vita e dell'ambiente” con il business delle armi!!!!!.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

bisness is bisness mio caro, e che credevi? una banca fa il suo lavoro senza discriminazioni di sorta.

Staff Politicamente ha detto...

PER MY PIPE.

Salve my pipe,

mi dispiace per il ritardo, e per la non possibilità nel rispondere a tutte le tue domande. Il motivo di tale commento è ringraziarti della tua presenza nel blog e non solo, e, in maniera sintetica, spiegarti l’origine e l’evolversi di questa idea . Quello che tu scrivi è semplicemente la verità, ma il nostro intento iniziale (siamo ancora in quella fase) era far visitare il blog alla maggior parte delle persone, rimanendo nella nostra conoscenza limitata di internet (vedi post su grillo), senza esporre opinioni. Il nostro intento è far inserire il nostro blog tra i “preferiti” di ognuno di voi, un piccolo passaggio quotidiano,un commento e via. Tale inizio sapevamo fosse pieno di rischi, commenti osceni, virus lanciati, ma si sperava anche in qualche apprezzamento, in particolar modo per gli appelli lanciati (vedi la coerenza dei biscotti). Tu e maria rosa siete la prova che la strada può essere giusta, se all’inizio, questo è il 16°giorno, ospitiamo commenti e persone come te e Mariarosa, con il vostro aiuto non potremmo che migliorare. Tengo a precisare che scrivo a nome dello staff, 3 persone, che non percepiamo alcunché da questo blog, e che ogni consiglio su post, su miglioramenti del blog, su maggior visibilità e appelli, da parte vostra sono ben accetti.
Grazie ancora.

Robert Allen

My pipe ha detto...

Grazie per i commenti osceni :-)
Effettivamente a volte tendo un pochino ad esagerare.
Dunque solo 16 giorni che siete sul palcoscenico? Ora mi spiego la quasi mancanza di commenti ai vostri post. Pensavo derivasse principalmente da notizie, diciamo, poco appetibili ai grnadi contestatori o pseudo opinionisti della domenica, come si condisidera il sottoscritto.
Comunque una cosa, a mio avviso, positiva è che, in tutti i post da voi pubblicati, non affrontate le cosidette notizie bomba, tipo il caso welby,o la finanziaria, che purtroppo vengono sempre più trattate dagli organi ufficiali di stampa come gossip,notizie da trattare con le molle, che vengono invece quasi ridicolizzate.
Quello di non trattare lo scoop del giorno naturalmente vi limita e penalizza un po'per l' accaparramento di una grossa fetta di pubblico, ma penso che un blog di "nicchia", diciamo cosi per pochi intimi, tenga lontano tutta una serie di persone che alla fine fanno solo un gran baccano, senza concretizzare e che creano solo una gran confusione, cosa che secondo me sta succedendo ai blog storici come quello di Beppe Grillo, sta infatti iniziando ad essere inutile postare sul suo blog, ideee consigli si perdono nel marasma dei centinaia di post che poco hanno a che vedere con il post publicato o in mezzo ai post degli esaltati di turno che pubblicano a raffica un loro problema personale o una notizia che loro reputano di capitale importanza senza capire che se uno è interessato, basta un semplice post per attirare le persone, come nel vostro caso.
Consigli per il momento non ne ho, mi vien meglio criticare :-),ma questo penso un po' a tutti. l'unico forse, è quello di specializzarvi in una tipologia di notizia,ad esempio come quella di andare a ricercare iproblemi che passano in sordina,ma come ho detto prima, e che mi sembra di aver intuito, sia una delle strade che avete deciso di imboccare.
Personalmente a me, tra tutti i blog che giro, manca una cosa del genere, poter esprimere la mia opinione anche su argomenti poco trattati ma che non sono meno importanti di altri, tipo quello sul prezzo dei bambini chevoi avete postato.
Basta con migliaia di blog fatti con la carta carbone.
Ma naturalmente questa è una mia opinione.
Comunque siete il primo blog su cui scrivo più di 3 commenti, quasi un record.
Buon lavoro e buon anno.

My pipe ha detto...

L Italia è sempre stata un crocevia di armi e tra parentesi una delle maggiori costruttrici di armi. Ricordiamoci che la Beretta in dotazione ai nostri Carabinieri era la miglior pistola al mondo ( non so se è ancora considerata tale,non sono informato).
Ricordiamoci che,mi sembra, 2 anni fa una nostra ditta costruttrice, vinse l'appalto per sostituire l'elicottero del presidente degli Stati Uniti, tanto che la stampa americana, ventilo' l'ipotesi, che la vittoria dell'Italia era stata fatta a tavolino come ringraziamento personale del presidente Bush nei confronti dell'allora presidente del consiglio Berlusconi per gli impegni presi in Iraq.
Effettivamente suona strano che una banca "impegnata" (sempre però per profitti) nel campo del sociale possa tenere anche la maggior parte del flusso contabile derivante dal commercio delle armi.
Ce da ricordare però che la maggior parte delle ditte costruttrici di armi, sono molto impegnate anche in campo civile, tipo la costruzione di satelliti scientifici e fanno da traino a tutta una serie di ricerche che pescano dall' innovazione bellica e la riversano in campo civile.
Allo stato attuale delle cose però la situazione è quella che è quindi, pur passando per un cinico, penso che queste ditte danno forza lavoro, ed è una "fortuna" (nel senso più stiracchiato del termine) che i capitali rimangano in mano di istituti finanziari italiani e che non finiscano in qualche istituto svizzero o peggio. Già produciamo armi, immaginatevi se gli stessi proventi finissero nei cosidetti paradisi fiscali sperduti per il mondo, con il rischio che gli stessi loschi istituti li possano poi utilizzare per finanziare traffici illeciti,sia di armi che di droga etc etc.
Poco posso fare per impedire la costruzione e la commercializzazionedi armi. Cinicamente mi consolo così.
Alla prossima.

Staff Politicamente ha detto...

@Grazie per i commenti osceni :-)

S- Chiaro è, che hai capito che non mi riferivo a te!!.

@Effettivamente a volte tendo un pochino ad esagerare.

S)Non direi, scrivi ciò che pensi, in maniera lucida e critica, chi dovesse sentirsi offeso, avrebbe la "coda di paglia".
Da ciò che scrivi segui bene l'evolversi del blog di Grillo, (non vorrei creare incomprensioni, ma il tuo stile di scrittura, la tua concretezza nel esporre il tuo parere assomiglia molto ad un noto, e per me positivo, bloggher di beppegrillo.it)quindi ti accorgerai che ultimamente per trovare uno straccio di commento tocca scorrere post su post.
Anche vero è che se il Beppe non avesse portato il suo blog a tali numeri, ora si troverebbe senza meetup, e con 200 commenti giornalieri, e non è detto che tali commenti potrebbero essere di più alta "levatura".

@Comunque una cosa, a mio avviso, positiva è che, in tutti i post da voi pubblicati, non affrontate le cosi dette notizie bomba......

S-Cerchiamo, a volte si cade nell'ovvio. Riteniamo però che il non voler "riportare" notizie appariscenti, a lungo termine porterà i suoi frutti(il famoso intento di essere nel menù dei preferiti di molti), perchè tali notizie si cercano facilmente, sono riportate da tutti, un passaggio sul nostro blog, ha come il gusto di una caramella diversa (caramella non Scaramella), una notizia giornaliera che magari si è intravista ma non letta. Ecco il motivo del massimo impegno per far "entrare" più persone possibili, per poi avere una selezione e ricambio fisiologico.

@Basta con migliaia di blog fatti con la carta carbone.

S-Sò per certo, ed è un bene, che se si dovesse cadere in tal balzana idea, tu saresti pronto a farcelo notare.

@Comunque siete il primo blog su cui scrivo più di 3 commenti, quasi un record.

S-Tocchi così tanti argomenti, in un sol commento, che l'appelativo..."pseudo opinionisti della domenica, come si considera il sottoscritto....", ti sta stretto, o meglio giochi con un po di umiltà ben sapendo di essere (come esposizione e critica) ben al di sopra della media.

Un saluto.

Robert Allen

Mammuth ha detto...

Come riportato dall'anonimo, "gli affari sono affari". Purtroppo é la logica che tiene le redini del mondo che "conta" (i soldi), nessuno ne é esente, chi piú chi meno ne facciamo parte, siamo parte di un enorme ingranaggio. E tutto ció volenti o nolenti, consapevolmente o meno, lo alimentiamo ogni giorno con le nostre azioni.
Forse un eremita puó rimanere estraneo al tutto, ma nel momento in cui decide di scendere a valle per acquistare anche un solo chiodo, entra in contatto con il sistema e lo alimenta, cosí come ogni altro in proporzioni differenti.
Non credo che al mondo ci sia nulla di disconnesso e negli affari tutto ció é la regola.

Ciao a tutti, questo é il mio primo commento su questo blog.
Trovo che i post siano molto interessanti e comprendo la logica nel pubblicarli, avanti cosí.