sabato 30 dicembre 2006

Per un pugno di libri

In tempi come quelli in cui stiamo vivendo, la conoscenza è senz’altro la strada ideale per una visione più libera di ciò che ci circonda. Strada certamente tortuosa, densa di trappole, particolarmente lunga, infinita per chi si considera un “eterno studente”. Ma cosa fondamentale, percorso che non garantisce mai una sicura riuscita. Viene da se pensare che una delle conoscenze particolarmente attrattive per l’essere umano sia la Storia, o meglio i fatti accaduti in passato. Riteniamo questo aspetto fondamentale per una curiosità degli accadimenti intrinseca nell’uomo, dovuta al fatto di voler capire, i motivi i personaggi e le situazioni che volenti o nolenti hanno portato l’individuo ad accettare e a sottostare alle ripercussioni vissute quotidianamente dovute ai tre fattori citati. Invertiamo la nostra visione incominciamo a pensare alla conoscenza come alla terza guerra mondiale, perché tutti i sintomi ci fanno capire che la morsa dell’informazione controllata, non ha nessuna intenzione di lasciarci via libera, vedasi in casa nostra, tra le tante oscenità, il ministro Fioroni e l’ipotetico “reato di link” alla cinese. Incominciamo a pensare alla conoscenza della storia per analizzarla, prendere spunto e suggerimenti, per aiutarci a non ripetere gli stessi errori seppur in epoche diverse e in situazioni diverse. L’uomo ha la memoria corta, il passato è noioso e da studiare, il futuro incerto e da fare. . NON SERVE BRUCIARE I LIBRI PER LIMITARE LA CONOSCENZA……..BASTA ESSERE UN EDITORE!!!!. Soltanto dieci anni fa nessuno avrebbe mai osato nemmeno pensare che i libri, scrigni della cultura e della conoscenza per eccellenza, si potessero reperire gratuitamente in rete. Vogliamo segnalarvi questi siti, perché riteniamo che i costi di un libro siano troppo elevati, in cambio di letture sempre più scadenti. Per non incorrere in problemi chiariamo subito che mentre i grandi classici sono completamente legali, poichè sono ritenuti patrimonio dell'umanità (e soprattutto perchè l'autore non esige più il denaro delle vendite), il diritto d'autore copre le ultime uscite e la maggior parte degli altri libri. E' necessario quindi osservare tutte le normative previste dal copyright per rimanere nella completa legalità e non incorrere in sanzioni di alcun tipo. Detto questo è notevole la possibilità di pagare solo la stampa di opere di Umberto Eco, Niccolò Machiavelli, Carlo Goldoni, fino ai più recenti Dan Brown e J. K. Rowling (protetti dal diritto d'autore). Internet offre molte possibilità per gli amanti della letteratura e per i topi da biblioteca, ma non sono molti i siti internet con un servizio efficiente e preciso, tra tutti questi spicca LettureLibere, un motore di ricerca per e-books molto fornito, tanto che entrare nel sito sarà come entrare nella libreria più fornita della vostra città e perdervi tra gli scaffali ricolmi di cultura. Per gli amanti dei classici E-BookGratis, in cui potete trovare opere di sicuro valore e spessore, registrandovi gratuitamente al servizio. Ottimo per la ricerca di libri sia in italiano, che in inglese LettureLibere, anche usciti da poco tempo.
E-BookGratis raccolta di classici per tutti i gusti, è necessario fare una piccola registrazione gratuita per accedere al servizio. TechBook valido sito per gli amanti dell'informatica e della tecnologia.
Buona Lettura.
PS: chiediamo venia a N.Marcorè per il titolo copiato.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

O.I. (off inculation)

Altro che Gianni Guelfi
Leggetevi l’ultimo chiarificante articolo di domenico gatti
IL RITARDO DELLE GRANDI RIFORME
su
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

my pipe ha detto...

Ecco anche qui stanno arrivando gli spammer dei blog. l'abbiamo capito, come l'hanno capito tutti i lettori di beppe grillo. il sito è simpatico sopratutto la parte dove descrivete i trucchetti per aggirare tasse e balzelli, ma almeno non siate parassiti, commentate le notizie e poi lasciate il link. NO? volete pubblico, nulla in contrario, ma questa è solo pubblicità delle più bieche.
Grazie del post, molto utili gli indirizzi che proponete, li cercavo da molto, senza riuscire a reperirne di buoni.
Penso comunque che il diritto d'autore sia indispensabile,il problema è che l'autore ne prende una minima parte. Un esempio, sui cd musicali che superanoi 25 35 euro, gli autori, che sudanoanni per farsiun nome, fare buona musica, buoni testi etc etc, prendono a malapena dai 1,50 3,00 euro a copia, quando gli va bene. E il resto?Ma naturalmente profitti per i pochi azionisti delle case editrici.
e non venitemi a dire che le spese di distribuzione e produzione sono alte o che la pirateria è la causa di tutto. forse è un caso isolato, ma tutti i miei conoscenti che scaricano musica, poi non resistono alla tentazione di comprarsi l'originale, me compreso. Se scarichiamo una canzone o un album è per valutarlo, se poi non piace li cestiniamo, tanto occupano solo spazio inutile nel disco rigido, se invece piace, non resistiamo alla tentazione di avere in bella vista il cd originale con la sua bella copertina e una qualità sonora eccellente. Sicuramente siamo dei casi isolati,però a noi piace cosi. L' unico problema è che se dovessi acquistare tutti i gruppi,o i libri che mi piacciono dovrei andare a lavorare solo per loro, e quindi alla fine succede che non compro più, bloccando il mercato. Abbassate i prezzi.

Staff Politicamente ha detto...

Ciao my pipe, si è simpatica la parte di fottitalia che descrivi, ma entrare con eleganza e farsi notare non è cosa da tutti.

Concordo al 100%. Un caro amico, paroliere anche di Pierangelo Bertoli (lo ricordi), mi confermò che nell’ultimo cd, (Non ricordo il titolo) Venditti percepiva il 7%!!!, ma Venditti……la casa di produzione circa il 67%!!!!.

Rientro pure io nella “setta dei cd originali estinta”, e aggiungo che per certi artisti, non perdo neppure tempo ad ascoltare se mi piace oppure no!!!!.
Un ottimo rifugio lo trovo nei cestoni dei discount tedeschi, a volte (costanza.....ci vuole costanza) si trovano piccole perle di versioni per la Germania e i paesi nordici, ovviamente in inglese, a 5/6 euro.
Il suono a volte lascia a desiderare, ma essendo registrazioni dal vivo, si porta pazienza.
Alla prossima, e se non ci si legge, buon fine anno!.

X Staff Robert Allen

my pipe ha detto...

buon annoanche avoie a tutti i blogger