giovedì 25 gennaio 2007

IL Ritorno del "Ritalin"

Il presentimento era giusto. Vi ricordate?. Tutti i fattori collimavano. Testi scolastici non adatti all’età degli studenti, volantini che circolavano nelle scuole, bambini sottoposti a test all’insaputa dei genitori, e ciliegina sulla torta, qualsiasi governo, sia di destra o di sinistra, che non abbia avuto il coraggio di fare una “leggina” con su scritto: “ è vietata la somministrazione di psicofarmaci ai minori di 18 anni”. Tra un mese il Ritalin torna in Italia!!!. Al via l’attivazione del registro dove verranno schedati i bambini in terapia. Oggi si è tenuto a Roma un seminario organizzato dall’ Istituto Superiore Di Sanita e dal Ministero per la Salute sul tema della somministrazione di psicofarmaci ai bambini, tema sempre più d’attualità in Italia, dove i minori a rischio di trattamento potrebbero potenzialmente superare quota 800.000, e dove si procederà presto all’attivazione del discusso registro per schedare i bimbi in terapia con psicofarmaci. Al seminario sono intervenuti i vertici delle più importanti autorità di controllo sanitario, nonché “Giù le Mani dai Bambini”®, prima e più visibile campagna indipendente di farmacovigilanza per l’età pediatrica in Italia.
Comunicato Stampa dal Comitato "
Giù le mani dai bambini".
Il Ministero non offre adeguate garanzie, la medicalizzazione è alle porte”. Proseguono intanto gli screening psichiatrici nelle scuole senza l’autorizzazione dei genitori. Ma dal Ministero di Pubblica Istruzione provengono notizie incoraggianti: il Ministro Fioroni ha dimostrato sensibilità al tema ed interverrà personalmente. STAI ATTENTO FIORONI, TI MARCHEREMO A UOMO, COME NELLE VECCHIE PARTITE IN ORATORIO, NON TI PERDEREMO DI VISTA, STAI MOLTO ATTENTO FIORONI!!. Parliamo di 800.000 minori schedati per una casa farmaceutica?.....ma la volete smettere!!!!!. Si parla del nostro futuro, non solo del vostro presente!!!. Genitori che leggete, fate del sito
Giù le mani dai bambini, uno dei vostri “preferiti”, riversiamoci e sosteniamo questo ente, l’unico che ci tutela in maniera trasparente.
Solletichiamo la vostra curiosità ed i vostri dubbi. Ecco alcuni dati, verificate l’attendibilità:
2,1 miliardi di dollari, il giro d'affari per la vendita di un'unica molecola (metilfenidato, nome commerciale Ritalin ®) nei soli Stati Uniti (fonte: DEA USA, non sono resi noti dati consolidati su scala planetaria per tutti i paesi e per tutte le molecole).
8.103.000, i minori in età pediatrica in Italia (0/14 anni) (fonte: ISTAT).
737.000, il numero di minori in età pediatrica che soffrirebbero di disagi o turbe mentali (tutte le patologie) secondo i risultati del progetto di screening "PRISMA" (fonte: Ministero per la Salute).
Da 30.000 a 50.000, i bambini italiani che ogni giorno assumono psicofarmaci, alcuni dei quali inducono al suicidio secondo i più recenti “warning” dagli USA (fonte: Istituto Mario Negri di Milano, ufficio studi Giù le Mani dai Bambini®).

1 anno, il ritardo del Ministero della Salute italiano nel dare riscontro ai primi "warning" USA sulla somministrazione ai minori di molecole antidepressive che inducono al suicidio (fonte: Campagna GiùleManidaiBambini).
I Numeri e le Statistiche Regione per Regione (Italia):
Piemonte
3.898
, il numero di minori ai quali attualmente vengono già somministrati psicofarmaci in PIEMONTE per tentare di risolvere i loro disagi (fonte: Istituto Mario Negri)
46.284, il numero di minori che soffrirebbero di disagi o turbe mentali (tutte le patologie) in PIEMONTE, potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (fonte: Ministero per la Salute, Progetto "Prisma")
Lombardia
9.607, il numero di minori ai quali attualmente vengono già somministrati psicofarmaci in LOMBARDIA per tentare di risolvere i loro disagi (fonte: Istituto Mario Negri).
23.972, il numero di minori che soffrirebbero di iperattività e deficit di attenzione in LOMBARDIA, potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (fonte: Ministero per la Salute, Progetto "Prisma").
108.254, il numero di minori che soffrirebbero di disagi o turbe mentali (tutte le patologie) in LOMBARDIA, potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (fonte: Ministero per la Salute, Progetto "Prisma").
Lazio
5.468, il numero di minori ai quali attualmente vengono già somministrati psicofarmaci in LAZIO per tentare di risolvere i loro disagi (fonte: Istituto Mario Negri)
14.158, il numero di minori che soffrirebbero di iperattività e deficit di attenzione in LAZIO, potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (fonte: Ministero per la Salute, Progetto "Prisma")
64.118, il numero di minori che soffrirebbero di disagi o turbe mentali (tutte le patologie) in LAZIO, potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (fonte: Ministero per la Salute, Progetto "Prisma")
Il nostro intento era quello di scuotere le vostre idee, e presentarvi la gravità del problema.
Per le Statistiche delle Regioni non riportate, cliccate QUI, nella Home page-missione-statistiche!.
Buona lettura, facciamo in modo che i nostri figli siano tutelati!!!.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Il Ministero per la Salute vuole creare una ‘rete di controllo’ sui bambini, che verranno inquadrati e schedati per questi presunti problemi comportamentali, e poi verranno sottoposti a terapie a base di psicofarmaci stimolanti. Poi compileremo la lista dei morti come negli Stati Uniti. Lo voglio dire chiaramente: il Ministero non sa quello che fa ed a cosa andrà incontro.

guming258 ha detto...

hello! A Good News,google introduce a very user-friendly browser,Free download Quickly,Please visit my blog thank you

roob ha detto...

Penso che sia una cosa "criminale" somministrare psicofarmaci a dei bambini, anche quando ci sia un effettivo bisogno di somministrarli ad un individuo adulto, questi farmaci hanno effetti paurosi sulla personalità, conosco gli effetti per questioni familiari...Ma come è venuto in mente a ste gente? ma per il profitto arriva pure a ciò? ma che si facessero una canna...

************INSURREZIONE+-+-+-+-+-

Anonimo ha detto...

buonasera,il post sui bimbi mi ha colpito molto perché mio figlio di 6 anni ha difficoltà a scuola e per il prossimo anno le maestre mi stanno chiedendo il sostegno.Il mio bambino è già seguito da una logopedista e mi rendo conto che ha qualche lacuna rispetto ai suoi coetanei,anche se spesso mostra degli sprazzi di genialità ben superiori alla media...insomma è un po'"particolare" si distrae facilmente e per questo mi richiedono l'intervento dell'insegnante di sostegno.Finché me lo chiedono tutto bene,ma se veramente lo facessero valutare a mia insaputa?Io curo entrambi i miei figli con l'omeopatia e i fiori di Bach,perciò non darò mai loro alcuno psicofarmaco,ma è forse possibile che gli venga somministrato qualcosa a mia insaputa?Spero,anzi sono convinta di no,ma...c'è da fidarsi?
A proposito di scuola:ma è normale in prima elementare a ottobre proporre la scrittura in corsivo?Io mi ricordo che cominciavamo molto più tardi,ma forse mi ricordo male!
Buona sera a tutti Federica

Mauro ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mauro ha detto...

I farmaci sono VELENI a basso dosaggio. Servono solo in certi casi.Ai bambini non va dato niente di niente, non fatevi incantare. Se volete potete studiare un attimo come funzionano i farmaci e poi capirete l'inganno delle aspirine, voltaren, nimesulide, RITALIN. Un'industria (farmaceutica) che basa i propri guadagni sulla salute della gente cosa volete che si auguri?

Anonimo ha detto...

The write-up offers established useful to myself.
It’s very useful and you're simply certainly extremely knowledgeable in this field. You get popped my eye for you to various views on this particular matter with interesting and strong content.
My website: viagra