lunedì 26 febbraio 2007

Chi la fa........l'aspetti

Chi la fa, l'aspetti, recita un vecchio adagio. E, puntualmente, la ruota girando rischia di travolgere il gigante di Redmond, che dovrà pagare 1,52 miliardi di dollari.
Gli avvocati hanno subito affermato che interporranno appello alla sentenza emessa da un tribunale di San Diego a seguito di una citazione congiunta di
Lucent-Alcatel per violazione di brevetti relativi al conosciutissimo formato MP3 di compressione audio.
Microsoft ha sempre affermato la propria buona fede, avendo a suo tempo acquistato dal
Fraunhofer Institut la relativa licenza d'uso per Windows Media Player, ma evidentemente il magistrato americano non si è lasciato convincere. Forse perché la più consistente tra le ragioni accampate da Microsoft è il riferimento alle centinaia di società che si troverebbero nelle medesime condizioni, avendo anch'esse acquistato i medesimi diritti di implementazione dell'MP3 dalla casa tedesca.
Ma il balletto giudiziario sembra solo agli inizi; nel 2006 infatti il gruppo Lucent-Alcatel si è nuovamente costituito contro Microsoft per violazione di brevetto relativamente alla tecnologia video
MPEG-2, mentre una società americana denominata Office Live ha iniziato una causa per violazione di marchio, che deterrebbe sin dal 2002 quale editore di siti internet.

2 commenti:

Riccardo ha detto...

Non pagheranno mai.

Raggiungeranno un accordo. Il monopolio di Gates durerà allungo.

Ciao staff

Anonimo ha detto...

Kill Bill!!!:D
W Linux!!!

emiliano giardini (bodybag)