mercoledì 21 febbraio 2007

Le tre alternative.....peggiori

ADNKRONOS.
Quirinale 17-5-06: del governo Prodi dopo la cerimonia del giuramento.
(foto Sandra Onofri/adnkronos)

Il governo va sotto e Prodi presenta le dimissioni. Ancora una volta il motivo è incomprensibile alle persone normali. Ancora una volta c'è di mezzo D'Alema, col culo opportunamente coperto da un fiume di parole edificanti sulla sua rivista clandestina (ma ricchissima) ItalianiEuropei. Ancora una volta il cittadino è costretto a leggere e ascoltare le indegne banalità del migliaio di squatter, occupanti abusivi del Parlamento, una cosca di magliari, dal primo all'ultimo, senza eccezioni, che intascano 18mila euro al mese e privilegi senza fine per farsi i cazzi propri a spese (ingenti) della collettività. Ecco. Avessi sottomano questa bella faccia di palta qui di Fernando Rossi (quello che "Voterò la fiducia al governo prodi quando la chiederà al Senato, questo è il mio governo. Fare il senatore mi piace, io voglio restare qui") credo che non sarei pacifista quanto lui e lo piglierei a calci nel culo. Ma tant'è, archiviamo l'aborto al nono mese e riflettiamo sui tre scenari possibili.

1) incarico a Romano Prodi. Lo scontato rimescolio di poltrone non basta, qui c'è l'incognita di una maggioranza che perde pezzi (di merda, di sarebbe da aggiungere) di giorno in giorno. Al momento non c'è maggioranza e l'unica via possibile è trattare un appoggio di tutti i follini e i casini disponibili. Vorrebbe dire tirare avanti qualche mese, togliersi dalla testa le leggi che aspettiamo dal 10 aprile, poi ricrollare miseramente con un nulla di fatto, con lo smacco di aver dato a chi ha posato il culo in parlamento per la prima volta la possibilità di essere mantenuto a vita dalle nostre tasche.

2) incarico a Marini o chi per lui. Sarebbe l'estremo tradimento degli elettori, che il 10 aprile scorso hanno esercitato l'unico diritto loro concesso, scegliendo Romano Prodi. Una soluzione indecente, che dovrebbe rivoltare la coscienza di ogni persona per bene. Ma trattandosi dei politici italiani - la razza più fetente e dannata del pianeta - è possibile che venga scelta. Anche in questo caso, avremmo un governo impegnato esclusivamente a campare fino alla scadenza dell'età pensionabile delle new entry.

3) scioglimento del Parlamento ed elezioni anticipate. E' la soluzione che avrebbe dovuto essere scelta quando cadde il primo governo Prodi. L'ambizione di Massimo D'Alema - anche allora protagonista della crisi - non lo consentì, con le note conseguenze. Speriamo che stavolta non possa nuocere altrettanto. Una soluzione auspicabile, se non per il fatto che si tornerebbe a votare con la legge elettorale universalmente definita "porcata", in realtà amatissima da tutti, perché ha consentito di mettere in parlamento mogli, amanti, politi e portaborse assortiti, alla faccia degli elettori.

Quale alternativa è la migliore (o la meno peggio!!) per il nostro futuro?.

6 commenti:

Roland ha detto...

AH AH AH
Staff, scritta in tal modo non ci lasciate scelta.

E una piccola rivoluzione?

Anonimo ha detto...

La rivoluzione,con relativa ghigliottina e incameramento dei beni impropriamente rubati ai cittadini.......

Anonimo ha detto...

E' necessario fare una profonda riflessione sul programma di partenza dell'Unione. Com'è possibile, tutti lo firmano, poi ognuno fa come gli pare? Meglio definire tutto dalla base. E cominciare ad ascoltare i cittadini, se non si farà Prodi al prossimo passo falso saluta tutti..
Lorenzo by zerosilenzio.splinder.com

Anonimo ha detto...

RICCARDO
uniamoci per essere tanti critici.. da soli credo si faccia ben poco

Se ci mettiamo in contatto e ci confrontiamo.. (la mia e-mail:
riccardoseri@alice.it)

credo che ci sia qualcosa nell'aria..(si vede dalla rete).. una possibilità soprattutto fatta da noi giovani.. per poter cambiare.. pèrò dobbiamo unirci!

Staff Politicamente ha detto...

X RICCARDO

Non male la tua idea.

Definiamo i punti base e dividiamoci i compiti, più siamo + idee!.

Roob e Mauro, se leggete, ben contenti di accettare spunti e collaborazione.

X staff

Robert Allen

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi... vedendo i vostri commenti, la merda che gira al governo e il nervoso che mi sale ogni volta che vedo uno qualsiasi, ma proprio uno qualsiasi del parlamento voglio dare assolutamente una mano... sono schierato politicamente, nel senso che ho le mie idee e sn pronto a discuterle, ma se posso fare qlcsa piu' che volentieri...
Anzi bisogna fare qlcsa e alla svelta direi... direi che contattero' presto Riccardo...
fatemi sapere pure qui sotto cosa ne pensate...
Ciao
Federico