martedì 13 marzo 2007

Il supermercato vaticano dei Valori

Nello stesso giorno in cui il Papa avverte i politici a non votare leggi “contro natura”, il rettore dell'Università Laterananse monsignor Fisichella minaccia con parole comuniste, eh eh eh, “riempiremo piazza S. Giovanni”, ed un altro porporato avverte i politici cattolici sulla inopportunità di fare la comunione dopo aver votato i Dico in Aula, convinto vi siano ancora politici che fanno la comunione. Nello stesso giorno, il più alto esponente della chiesa cattolica cristiana, dall’alto della sua immensa giustizia e visione divina, denominato Papa, sarebbe nostro signore in terra, mah!, riceve con tutti gli onori Vladimir Putin. “Colloquio lungo e cordiale”, “clima molto positivo”, informano concordemente sia il comunicato ufficiale della Santa Sede che i giornali cattolici.
Si è parlato dei diritti umani?. Della Cecenia?. Degli assassini sospetti come quello della giornalista Anna Politkovskaja e Ivan Safronov?. Delle condizioni del popolo dell’ ex Unione Sovietica dopo la tanto voluta caduta del muro di Berlino?.
Niente.
Ci sono valori e valori, ed ognuno sceglie quelli che preferisce, quelli che gli fanno più comodo, quelli politicamente corretti. E con pubblicità martellante dei telegiornali, e dei maggiori media, ci obbligano a sentire e a vedere solo i valori a loro più congeniali.
Come al supermercato.
Buon acquisto!!!!.

6 commenti:

Manuel ha detto...

Grandi, grandi e grandi.

Nient'altro da scrivervi.

Ciao staff

Anonimo ha detto...

Sempre in attacco alla chiesa?
Ma che via ha fatto?
L’immagine è squallida.
Come questo tal Manuel
enrico

Paolo Manca ha detto...

Il Papa combatte contro l'approvazione dei Dico e poi riceve con tutti gli onori l'ex KGB Putin, responsabile di tanti orrori in Cecenia.
Son proprio preti

rolando guerra ha detto...

paese di bigotti.
Falsi e viscidi.
Vigliacchi e invidiosi
ecco un ritratto della nostra "Italia"

Maya ha detto...

Putin è peggio di Bush (perchè Bush è un fantoccio manovrato), ha commesso una serie indicibile di crimini e il Papa lo riceve come se niente fosse. Sarà forse per conquistare nuovi territori di fede. Io non capirò nulla ma non mi sembra coerente.

Anonimo ha detto...

La chiesa e i partiti di ispirazione cristiana...vivono e proliferano senza disagio nelle contraddizioni
dei valori che cercano di difendere
ipocritamente. Sono i mostri moderni consacrati dalle istituzione e dal popolo a governare e legittimati a compiere atti che se compiuti da una
persona qualunque verrebbe visti come criminosi, immorali ho irresponsabile....

l'abito non fa il monaco nessuno
ci fà più caso..